Il ruolo dei social network nel settore assicurativo

social-media-insuranceIl comparto assicurativo è uno dei settori più fiorenti al mondo, in grado di servire milioni di clienti e di offrire i servizi più diversificati. Il mercato delle assicurazioni annovera compagnie famose in tutto il mondo quali Allianz o AXA, ma anche specialisti nelle polizze per i motori, piuttosto che in assicurazioni sulla vita. L’altra faccia della medaglia? Non sempre il pubblico coltiva una percezione positiva nei confronti del settore e di conseguenza le compagnie si trovano a dover incentrare le loro campagne pubblicitarie sulla costruzione di un rapporto di fiducia con l’utenza, più che sulla qualità del servizio reso. Ed è proprio in questo ambito che i social network giocano un ruolo fondamentale. Sulle pagine dei social, tutti i clienti possono essere coinvolti e rassicurati su svariati aspetti, cosicché diventa possibile costruire con essi un rapporto basato sulla fiducia e sullo scambio di opinioni. Il ruolo dei social non si ferma alla semplice promozione del servizio, ma diventa un mezzo per osservare la risposta ed il comportamento dei potenziali clienti di fronte ad un tot di sollecitazioni differenti. Dati ed informazioni raccolti sulle pagine dei social network, vengono elaborati con il fine di migliorare e rendere più aderenti alle necessità dell’utenza le offerte delle varie compagnie. Nel 2014, l’agenzia americana Capgemini è giunta alla conclusione che negli anni a venire, un terzo degli affari delle compagnie assicurative verrà generato dai social network e dai canali informatici. Per quel che riguarda la realtà italiana, Reale Mutua e Assicurazioni Generali sono protagonisti su Facebook, mentre AXA ed Unipol lo sono su Twitter.

Facebook
Circa 1500 utenti frequentano più o meno abitualmente la pagina Facebook di Reale Mutua, grazie all’impiego di proficue campagne che spesso tendono a diventare virali, esattamente come lo è “Realmente Protetti”, che riesce a coinvolgere alla perfezione la comunità virtuale facendo leva su un’ampio ventaglio di consigli riguardanti il quotidiano. La ricetta vincente è composta da un testo breve ed un’immagine di elevata qualità e fa sì che i like complessivi alla pagina sfiorino quota 14.000. Il Gruppo Generali opera sul social mediante tre diversi profili: Generali, Genertel e Europ Assistance. Sagacia ed ironia si sprecano sulla pagina di Genertel e conquistano una fetta di utenza molto ampia, quantificabile in oltre 50.000 like. Generali, invece, lavora sulla costruzione di un rapporto di fiducia saldo e collaborativo: 80.000 “mi piace” premiano abbondantemente l’intento dei gestori della pagina.

Twitter
AXA Italia punta sulla combinata hashtag- immagine per conquistare i favori della clientela. AXA fa leva sulla promozione del suo brand quanto sulla “content curation”, ovvero l’abitudine a retweettare e diffondere il più possibile notizie fresche sul mondo della tecnologia e dell’innovazione. Anche i profili Unipol si distinguono per successo telematico, cosicché Unipol Group PR segna il suo record per numero di interazioni con la campagna segnata dall’hashtag #nessunodasolo e UnipolSai Corporate riscuote un enorme successo diffondendo le iniziative dell’azienda. Generali, Reale Mutua e Sace chiudono la speciale graduatoria di gradimento. Insomma, dalla promozione del brand allo storytelling e al customer service, sui profili aziendali assicurativi non manca proprio nulla.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Posted by / March 20, 2016
Posted in
News